logo offbeat
offbeat
aprile 13, 2012 - Land Rover

Land rover Journey of discovery - I pescatori del lago Aral

Scafi ridotti a relitti giacciono nel fango, lontano da quella che fu la costa del Lago d’Aral, ormai quasi prosciugato. Ma la spedizione “Journey of Discovery" scopre una nuova storia, nell’incontro con un gruppo di pescatori intenti a portare nuova linfa al territorio.

Muynak, in Uzbekistan, un tempo florido porto sul grande Lago d’Aral che si estendeva per 68.000 chilometri quadrati, fino al Kazakistan, oggi è una città in rovina. La prosperità di Muynak era legata al grande bacino, all’epoca il quarto al mondo per estensione, ormai praticamente scomparso. Negli anni ’60, l’Unione Sovietica decise di deviare il corso di tutti gli immissari del lago, preferendo destinare la loro acqua all’irrigazione dei vicini campi di cotone. Lentamente ma inesorabilmente questo progetto di cattiva amministrazione provocò una diminuzione del livello delle maree del lago, praticamente fino alla loro estinzione: qui, sul lago di Aral, a differenza di quanto avviene in ogni parte del mondo, la marea, non sarebbe più risalita.