logo offbeat
offbeat
maggio 24, 2016 - Alpina

L'American Alpine Club e Alpina Watches assegnano IL PREMIO ALPINA AAC CUTTING EDGE AWARD 2016 agli scalatori Hayden Kennedy e Kyle Dempster3

Denver, CO (7 maggio 2016): L'American Alpine Club e la manifattura svizzera di orologi sportivi #alpina hanno conferito il primo "Alpina AAC Cutting Edge Award" a un eccezionale duo di scalatori: #haydenkennedy e #kyledempster. Il prestigioso premio è stato consegnato in occasione dell'evento “Excellence in Climbing Awards Dinner” per celebrare gli importanti traguardi raggiunti da questi scalatori, a cui va il merito di aver aperto due nuove vie nel Karakoram (Pakistan), una sul versante est del K7 e una sulla parete sud dell'Ogre.

Il premio "Alpina AAC Cutting Edge Award" verrà conferito ogni anno a un team di scalatori americani che, grazie al sussidio fornito da AAC, dimostreranno abilità d'eccellenza e conseguiranno importanti traguardi nell’arrampicata sportiva, sostenendo i valori di AAC e #alpina Watches, da veri ambasciatori dell’alpinismo americano sia a livello nazionale che all’estero. Kennedy e Dempster sono stati entrambi premiati con un Horological Smartwatch firmato #alpina, un rivoluzionario #orologio sportivo in grado di fornire agli atleti preziosissime informazioni sulla loro salute, monitorando l'attività fisica e il sonno grazie alla piattaforma, rifinita dalla qualità e dal design svizzero.

Hayden Kennedy e #kyledempster hanno tentato ben due imprese sui picchi montuosi del Karakoram, riuscendo con successo ad aprire nuove vie. La scalata del K7 si è rivelata particolarmente ardua perché il duo ha dovuto affrontare una tormenta di neve, stando in parete per 49 ore totali. Il duo ha dato prova di eccellenti abilità e ha onorato la "fratellanza della corda". I traguardi raggiunti da Hayden e Kyle nel 2012 in Pakistan sono stati finanziati in parte dal fondo Lyman Spitzer, stanziato dalla AAC.

Le due vette raggiungono i 7.000 metri e Kennedy e Dempster sono riusciti a conquistarle entrambe in una sola estate, raddoppiando il successo del loro "doppio appuntamento pakistano". Nonostante la neve pericolosamente profonda e fresca, la coppia è riuscita a scalare con successo il K7. A pochi giorni di distanza da questo importante traguardo, Kennedy e Dempster sono partiti per la seconda spedizione del loro "doppio appuntamento" risalendo il ghiacciaio Choktoi.

Prima di iniziare la scalata, il team ha dovuto aspettare pazientemente che passasse la tormenta di neve che si è scatenata su di loro per 8 giorni. Il 19 agosto, un mese esatto dopo aver scalato la vetta del K7, Hayden e Dempster hanno iniziato la loro impresa alla volta dell'Ogre con un'arrampicata libera su un pendio di neve e ghiaccio di 60°. Due giorni dopo hanno conquistato la vetta, aprendo una nuova via e creando con essa un legame indissolubile.

Guido Benedini, CEO di #alpina Watches, ha affermato: “I traguardi raggiunti da questi due alpinisti sono semplicemente straordinari. Il loro desiderio di superare i confini spingendosi oltre i limiti umani dovrebbe essere un esempio e una fonte di ispirazione per tutti noi. #alpina è orgogliosa di poter sostenere e premiare #haydenkennedy e #kyledempster, un duo dalle eccezionali abilità alpinistiche e sportive.”

La serata organizzata in occasione dell'Excellence in Climbing Awards 2016 includeva anche un discorso tenuto da Libby Sauter e un omaggio ai vincitori dell’Hall of Mountaineering #excellence 2016: Tom Frost, Hugh Herr, John Roskelley, Libby Sauter e Geoff Tabin. Questi scalatori hanno lasciato un’eredità alle future generazioni di alpinisti, hanno contribuito ad un impatto positivo sull’ambiente e hanno promosso i campi della scienza e della medicina, il tutto accompagnato da incredibili gesta sulle montagne.

Per saperne di più sull'impresa del duo in Pakistan clicca qui: http://publications.americanalpineclub.org/articles/13201212367/Doubleheader

###

 

Hayden Kennedy

Hayden ha scalato la sua prima via a più tiri, la Kor-Ingalls sul Castleton Tower, all'età di 13 anni. È rimasto pietrificato dalla paura tutto il giorno. Invece di scoraggiarlo, quell'esperienza ha consolidato la sua ossessione per l'arrampicata. Oggi, Hayden cerca di perfezionare ogni singolo aspetto del suo stile alpinistico. Trova ispirazione nella lotta come capocordata o nella sfida mentale di una rischiosa via #alpina. Oltre al successo già menzionato, fra i punti salienti della sua carriera ricordiamo: L'ascesa del camino Exocet (6a WI5 MI3), Cerro Standhardt, Patagonia, l'ascesa dell'Huber-Schnaf (6b+ MI3), attraverso un collegamento con lo Spigolo dei Bimbi (6b MI5) sul Torre Egger, Patagonia e la prima ascesa con “mezzi leali” del crinale sud-est del Cerro Torre.

Kyle Dempster

L'americano #kyledempster è uno dei maggiori alpinisti a livello mondiale ad aver conquistato vette in prima ascesa in tutto il mondo. Nonostante il suo spiccato talento, sono in pochi a conoscere Dempster al di fuori dei circoli alpinistici. Ha cominciato a scalare nel 1994, all'età di 12 anni, con suo cugino Drew. Nel 2005 Kyle e Drew si sono imbarcati nella loro prima avventura internazionale verso le grandi pareti di ghiaccio dell'isola di Baffin. Kyle aveva appena 21 anni. Dopo aver scalato una nuova via, nella discesa a corda doppia Drew è sceso oltre la fine della corda ed è morto precipitando centinaia di metri più sotto. L'incidente di Drew ha segnato profondamente Kyle, che, dopo aver quasi deciso di mollare l'arrampicata, è tornato nell'isola di Baffin per far pace col ricordo di Drew. Da quella volta, Dempster si è fatto un nome come pioniere di vie difficili e rischiose sulle più remote ed alte pareti. Le sue imprese sono caratterizzate dalla creatività. È stato nominato tre volte (di cui due volte vincitore) per il Piolet d'Or, la più alta onorificenza #alpina.

L’American Alpine Club

L’American Alpine Club è un ente di beneficenza la cui visione è quella di avere una comunità unita di scalatori professionisti e di promuovere la salvaguardia dei paesaggi alpini. Assieme ai nostri soci, l’AAC sostiene gli scalatori americani a livello nazionale e nel resto del mondo; offre sussidi e possibilità di volontariato per proteggere e salvaguardare i luoghi da scalare; ospita festival ed eventi locali e nazionali; pubblica due degli annuari più ricercati in materia: l’American Alpine Journal e l’Accidents in North American Climbing; sostiene le maggiori biblioteche e i musei del Paese dedicati all’alpinismo; gestisce il Hueco Rock Ranch, il New River Gorge Campground e il Grand Teton Climbers' Ranch come parte di una rete più ampia di alloggi per scalatori; dona annualmente più di 80.000$ per borse destinate agli scalatori, alla salvaguardia e alla ricerca, le quali finanziano gli avventurieri giramondo. Per maggiori informazioni sui programmi e per diventare membro dell’associazione consulta il sito: #americanalpineclub.org.

Alpina:

OROLOGI DEDICATI AGLI SPORT ALPINI DAL 1883

Celebre per il suo simbolo del triangolo rosso, #alpina è una manifattura orologiera indipendente e a conduzione famigliare con sede a Ginevra, in Svizzera. Fondata nel 1883, è attiva nel mondo dell'orologeria da oltre 130 anni.

Autentico pioniere dell'industria orologiera svizzera, il marchio è all'origine di molteplici brevetti e calibri innovativi. Ha ideato il concetto di #orologio sportivo, come lo conosciamo oggi, con la nascita del leggendario #alpina 4 nel 1938.

Alpina è oggi uno dei pochissimi produttori svizzeri di orologi a sviluppare, produrre e assemblare i propri movimenti interamente all'interno della propria manifattura. #alpina propone cinque calibri in house: l'AL-980 Tourbillon; l'AL-718 World Timer; l'AL-950 Automatic Regulator; l'AL-710 Automatic Small Date e l’AL-760 Flyback Chronograph.

Fedele alla sua lunga tradizione di innovazione, nel 2015 #alpina ha presentato il primo Horological Smartwatch svizzero, creando una categoria completamente nuova all'interno dell'industria orologiera svizzera.

L'obiettivo di #alpina è progettare e realizzare orologi sportivi di lusso in grado di garantire un livello massimo di precisione e affidabilità nei contesti sportivi più impegnativi, come le Alpi.

www.alpina-watches.com