logo offbeat
offbeat
aprile 28, 2016 - Alpina

Alpina & Ice Legacy 2016 Borge Ousland e Vincent Colliard attraversare il campo di ghiaccio st. elias dell’Alaska senza alcuna assistenza

L’esploratore polare di origini norvegesi #borgeousland e l’avventuriero francese #vincentcolliard sono attualmente impegnati nella traversata del campo di ghiaccio St. Elias privi di assistenza. Hanno intrapreso questa avventura il 21 aprile e proprio ora si trovano sulla terra ghiacciata e affrontano la loro terza traversata - dopo quelle fortunate dei ghiacciai Main Spitsbergen e Stikine - del progetto #alpina & Ice Legacy, un progetto di spedizione a lungo termine con l’obiettivo di essere i primi uomini ad attraversare i 20 ghiacciai più vasti della Terra. L’idea è quella di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della salvaguardia del ghiaccio ancestrale per l’umanità e di raccogliere dati per la comunità scientifica. Entrambi gli avventurieri indosseranno l’HOROLOGICAL SMARTWATCH di #alpina per monitorare le loro attività e il sonno durante la traversata.

Fatti

Situato tra l’Alaska e il Canada, il campo di ghiaccio della catena montuosa Wrangell-St. Elias è il più grande campo di ghiaccio non polare al mondo per un totale di 31.700 chilometri quadri e fino a 1 chilometro di spessore. Esso alimenta numerosi ghiacciai vallivi che si riversano su entrambi i lati della catena montuosa. Il campo di ghiaccio della catena montuosa Wrangell-St. Elias è per lo più in ritirata.

La tettonica delle placche è responsabile per il sollevamento delle catene montuose che attraversano il campo di ghiaccio. La sua vetta più alta è il Monte Saint Elias, che con un’altezza di 5.489 m è la seconda montagna più alta degli Stati Uniti e del Canada. Le forze concorrenti del vulcanismo e della glaciazione hanno inoltre modellato il campo di ghiaccio.

Due fiumi principali delimitano il campo di ghiaccio. Il fiume Copper è un fiume lungo 290 miglia (470 km) del Centro-Sud dell’Alaska, noto per il vasto ecosistema del suo delta, così come per la fertile presenza di salmoni selvaggi. Il Copper è il decimo fiume più lungo degli Stati Uniti. Il fiume Alsek è un fiume selvaggio che scorre dal Canada - attraversando lo Yukon e la Columbia Britannica del Nord - fino all’Alaska. Il campo di ghiaccio è avanzato e si è ritirato diverse volte, raggiungendo il mare e riversandosi nei fiumi Copper e Alsek.

Il campo di ghiaccio della catena montuosa Wrangell-St. Elias presenta una grande varietà di habitat. Gran parte dell’area è composta da picchi di montagne coperti da ghiaccio permanente. I fiumi occupano ampie e piatte valli e presentano letti a canali intrecciati in continuo cambiamento. Ad eccezione delle aree glaciali relativamente sterili e da quelle dei letti dei fiumi, l’habitat può essere suddiviso in diverse categorie: pianure, terreni paludosi, altopiani, subalpini e alpini. Alcuni di questi habitat sono influenzati e definiti dalla presenza del permafrost, sottosuolo perennemente ghiacciato.

La vita animale è piuttosto ricca in quest’area: orsi neri, lupi, orsi bruni e caribù. La capra delle nevi e il bighorn bianco si trovano in aree montuose. In questa regione sono inoltre presenti diverse specie di pesci e uccelli.

Itinerario

I due esploratori hanno in programma di iniziare la loro spedizione intorno al 20 aprile. Innanzitutto voleranno a bordo di un Cessna 185 con tutte le loro attrezzature. L’idea è quella di volare sulla calotta glaciale fino al punto di partenza, all’altezza di Novatak, all’incirca a 59’ 24’’53N 138’ 22’’ 23W.

Da lì, scieranno trainando le loro slitte per circa 430 chilometri fino all’area di Miles a 60’40’’32N 144’ 36’’00W. Successivamente #borgeousland e #vincentcolliard sperano di utilizzare i loro leggeri gommoni e di attraversare il fiume Copper pagaiando per 30-40 chilometri prima di giungere al punto d’incontro. Porteranno con sé cibo e carburante per circa 40 giorni.

Dati scientifici

A metà aprile 2016, #borgeousland e #vincentcolliard incontreranno Jeffrey M. Welker, professore di scienze biologiche dell’Università di Anchorage per collaborare al progetto. L’idea è quella di prelevare campioni di neve per la variabilità spaziale del “black carbon” e della composizione isotopica della neve, e di utilizzare il radar per esaminare le proprietà del ghiaccio durante la spedizione. In seguito, gli esploratori dovranno consegnare questi campioni e le informazioni raccolte al professor Welker per ulteriori studi.

Social Media

Sarà possibile seguire la spedizione quotidianamente sul sito internet www.icelegacy.com direttamente dall’home page. Il sito sarà aggiornato ogni giorno per l’intera durata della spedizione. Dai ghiacci, i 2 esploratori comunicheranno la loro posizione, assieme ad un piccolo testo con il racconto del giorno e ad una foto che illustra il testo. Il contenuto sarà poi trasmesso su tutte le piattaforme sociali di Ice Legacy e #alpina Watches.

Foto e video

Insieme ad #alpina, Ice Legacy collabora anche con National Geographic. #borgeousland e #vincentcolliard documenteranno dai ghiacci il loro viaggio dall’inizio fino alla fine. È già possibile guardare alcuni dei filmati a cura di National Geographic e visitare il sito internet www.nationalgeographic.com

Gli esploratori

Borge Ousland – la leggenda

“Borge Ousland è senza dubbio il più esperto esploratore polare vivente” National Geographic Adventure.

Con più di 20 anni di spedizioni record nell’Artide e nell’Antartide, il norvegese #borgeousland è stato il primo esploratore a completare da solo la spedizione al Polo Nord senza rifornimenti. In qualità di erede di Nansen e Amundsen, è stato anche il primo ad attraversare il continente antartico da solo. Borge è anche un noto fotografo e documentarista, già insignito di numerosi riconoscimenti internazionali per i suoi film e le sue spedizioni.

Vincent Colliard – il successore

“Vincent Colliard è un giovane avventuriero, energetico e con una forte personalità, dotato della capacità unica di andare avanti quando chiunque altro si sarebbe già dato per vinto”. #borgeousland

Il francese #vincentcolliard, 28 anni, è un avventuriero esperto, avendo già partecipato a spedizioni in Norvegia, Patagonia, Alaska e Himalaya. Nel 2010 era membro dell’equipaggio a bordo del "Northern Passage” assieme al suo mentore #borgeousland, durante la prima storica spedizione/circumnavigazione del Mar Glaciale Artico completata in una sola stagione. Di nuovo assieme al suo mentore ha completato nel 2012 la prima traversata del ghiacciaio Nordauslandet presso Spitsbergen.

Alpina & Ice Legacy

Sostenendo il progetto Ice Legacy di #borgeousland, l’unico uomo ad avere attraversato da solo i Poli Nord e Sud, e di #vincentcolliard, giovane avventuriero e compagno d’avventura di Ousland, #alpina Watches mira a promuovere la protezione dei ghiacciai, una problematica ambientale e climatica ancora poco conosciuta ma di importanza fondamentale per il futuro del pianeta.

Il progetto unisce abilità fisica, senso dell’avventura e condivisione delle conoscenze sull’habitat polare con il maggior numero di individui, così che le future generazioni possano apprezzare l’eredità affascinante ed inestimabile di ghiacciai e calotte polari: credere, preservare, trasmettere.

Borge e Vincent monitoreranno le loro imprese con l’Alpina Horological Smartwatch. L’orologio misurerà le distanze percorse, i loro passi, le calorie consumate e monitorerà il sonno durante l’intera traversata. Inoltre, l’orologio li sveglierà quando i loro corpi saranno pronti per la prossima impresa.

L'Horological Smartwatch di Alpina

L'Horological Smartwatch di #alpina è la sintesi tra innovazione high-tech e la tradizionale arte orologiera svizzera. L'Horological Smartwatch di #alpina non ha schermo digitale. Sono le splendide lancette, tagliate al laser, a trasmettere le informazioni in formato analogico sul quadrante dell'orologio. Gli Horological Smartwatch firmati #alpina conservano un fascino classico naturale ed esprimono i vantaggi del “quantified self", il tutto senza dover mai ricaricare la batteria.

Grazie alla tecnologia MotionX®, l'Horological Smartwatch di #alpina, impermeabile fino a 100m/330ft, è in grado di comunicare in modo bidirezionale con applicazioni per iPhone e Android. L'Horological Smartwatch di #alpina è dotato delle seguenti funzionalità:

- Ora e data sempre aggiornate

- Monitoraggio dell'attività fisica grazie alla tecnologia MotionX®

- Monitoraggio del sonno grazie alla tecnologia Sleeptracker®

- Avvisi secondo i cicli di sonno

- Avvisi "Get-Active"

- Programma di allenamento personalizzato

- Ore del mondo

- Autonomia della batteria: 2 anni / impermeabile fino a 100m-330ft

La tecnologia brevettata MotionX, in grado di integrare dati provenienti da più sensori, consente di monitorare l'attività fisica e i ritmi del sonno con straordinaria precisione. Le informazioni sull'attività fisica e il sonno sono visualizzabili in tempo reale grazie allo splendido quadrante analogico tradizionale. L'orologio si sincronizza automaticamente con le applicazioni degli smartphone Apple e Android. Sulle applicazioni iOs e Android, dei grafici semplici e intuitivi indicano quanto ci si è mossi o quanto si è dormito durante il giorno, la settimana o il mese. Questi dati permetteranno agli utenti di conoscersi meglio e di raggiungere un maggiore benessere, prefiggendosi obiettivi mirati e adottando programmi di allenamento personalizzati. Una migliore qualità del sonno e uno stile di vita più attivo sono largamente considerati cambiamenti comportamentali positivi, semplici ma efficaci.

Alpina

ALPINA, L'ORIGINALE #orologio SPORTIVO SVIZZERO
OROLOGI DEDICATI AGLI SPORT ALPINI - SIN DAL 1883

Celebre per il suo simbolo del triangolo rosso, #alpina è una manifattura orologiera indipendente e a conduzione famigliare con sede a Ginevra, in Svizzera. Fondata nel 1883, è attiva nel mondo dell'orologeria da oltre 130 anni.

Autentico pioniere dell'industria orologiera svizzera, il marchio è all'origine di molteplici brevetti e calibri innovativi. Ha ideato il concetto di #orologio sportivo, come lo conosciamo oggi, con la nascita del leggendario #alpina 4 nel 1938. #alpina è oggi uno dei pochissimi produttori svizzeri di orologi a sviluppare, produrre e assemblare i propri movimenti interamente all'interno della propria manifattura. #alpina propone cinque calibri in house: l'AL-980 Tourbillon; l'AL-718 World Timer; l'AL-950 Automatic Regulator; l'AL-710 Automatic Small Date e il più recente AL-760 Flyback Chronograph, dotato della nuova tecnologia brevettata “Direct Flyback”.

Fedele alla sua lunga tradizione di innovazione, nel 2015 #alpina ha presentato il primo Horological Smartwatch svizzero connesso, creando una categoria completamente nuova all'interno dell'industria orologiera svizzera.

L'obiettivo di #alpina è progettare e realizzare orologi sportivi di #lusso in grado di garantire un livello massimo di precisione e affidabilità nei contesti sportivi più impegnativi, come le Alpi.

www.alpina-watches.com

Per maggiori informazioni visitate il nostro sito internet o contattate Annabel Corlay tramite email:corlay@alpina-watches.com